Barcelona, Spain.

"Ho perso sonno, sognando le cose che avremmo potuto essere.”
"Counting Stars"  - One Republic - (via sognatricedistelle)
"Ci eravamo salvati, e poi ci siamo ammazzati.”
— Cenedobbiamoandareviatutti (via cenedobbiamoandareviatutti)
Anonimo asked: Il perdono divinoo

Siiii !

Anonimo asked: Ho bisogno di dirgli alla mia migliore amica che lei è importantissima per me ma non ho mai il coraggio.. Ho avuto l'occasione ieri mattina ieri pomeriggio e anche oggi pomeriggio😭😭 come a faccio a dirglelo anche se non ho il coraggio?? Aiutami tu perfavore😭😭

Glielo dici semplicemente.
Non è una cosa che va programmata, perché più la programmi e più non la fai.
Alla fine penso che a lei faccia molto piacere sentirsi dire certe parole da parte tua, ma se proprio non hai coraggio, mandale un messaggio o scrivile una lettera !

Anonimo asked: Sono una di quelle persone che ti ha chiesto se tu fossi maschio o femmina HAHAHAH

Vabe dai, te perdono AHAHAH

Anonimo asked: Ora che ci penso è vero... Non mettere nulla nella bio HAHAHAH

Già mi piaci AHAHAH

Anonimo asked: Inventa una scena d'amore,con due persone innamorate che si trovano ad un parco. :)

cenedobbiamoandareviatutti:

Bella domanda, complimenti.
Un consiglio: se vuoi leggi questo post con il sottofondo della canzone ‘somewhere only we know’ dei Keane.
Comunque non ho bisogno di inventare una storia, mi è più facile descrivere ciò che è successo a me.
Era il due giugno, e dopo una giornata trascorsa in giro per Napoli (che non sto qui a raccontare perché non è questo ciò che mi hai chiesto), mi portò in un parco.
Non ricordo il nome.
Il terreno era polveroso, c’era leggermente un po’ di vento ed inizialmente non c’era molta gente.
Ci fermammo sulla prima panchina che trovammo.
Ci guardammo un po’ negli occhi, parlammo giusto due secondi.
Eravamo entrambi molto stanchi, ci eravamo svegliati molto presto per vederci.
Io stavo seduta, e lui si era messo con la testa sulle mie gambe.
Gli toccavo i capelli, dio, erano mesi che desideravo farlo.
Poco dopo si addormentò un pochino.
Continuavo a toccargli i capelli, sorridevo, mi sentivo la persona più felice del mondo.
Vederlo dormire era stata un’altra cosa che aspettavo da tempo.
Teneva la mia mano stretta sul suo petto.
La gente ci guardava, chi si fermava, chi diceva qualcosa, chi sorrideva.
Ogni tanto apriva gli occhi o uno solo, mi sorrideva, mi guardava e li richiudeva.
Dopo un po’ era quasi ora di tornare a casa, quindi ci rimaneva poco tempo per stare insieme.
Si tirò su.
Mi guardava come se fossi la cosa più bella del mondo, spero che tu abbia presente di cosa io stia parlando, perché è una sensazione troppo stupenda.
I nostri occhi dicevano tutto.
Cominciò a darmi tanti bacini ovunque, e dentro mi sentivo morire, tanto che avevo il respiro bloccato e pensai ‘se non la smette mi sento male’.
Ci siamo anche abbracciati, tanto.
Mi ha fatto anche molti complimenti.
Questa è stata la parte più bella della giornata.
In questo giorno ho provato le mie prime emozioni, ed ho diciotto anni.
Emozioni veramente forti che forse non si potranno mai spiegare a parole.
Ne è valsa la pena aspettare tutto quel tempo, lo rifarei altre centomila volte, anche se ora purtroppo non ci parliamo più.
Questa persona l’ho conosciuta proprio qui su tumblr, ora non lo so se leggerà o meno questo, ma ciò che ho provato non cambierà mai.

Anonimo asked: Ciao :) , posso chiederti un consiglio?

Certo

Anonimo asked: ti consiglio di mettere nella bio che sei una ragazza....HAHAHAH

Ma è divertente quando mi fanno i complimenti perché sono un ‘bel ragazzo’ ahah :c

cenedobbiamoandareviatutti:

Per l’anonimo.

Anonimo asked: e cosa ti ha spinto a scriverti su tumblr ?

turisplendiguerriera:


Sabato sono andato con dei miei amici a bere qualcosa, quando
mi chiedono tutti di andare in mezzo alla pista per ballare e  conosco una ragazza bellissima incominciamo ad avere una lunga conversazione quando le chiedo il suo numero mi dice che non può perché fidanzata, e mi chiede se ho tumblr.
Sinceramente non sapevo nemmeno che cazzo fosse tumblr, ma ti prego  se leggi questo post, contattami ho bisogno dei tuoi occhi.

Che carino.

"Avevo paura perché quando qualcosa ti rende troppo felice, se poi scompare, scompari un po’ anche tu.”
— (via travagliinteriori)
Anonimo asked: ma tu che ci fai qui su tumbrl? non hai nulla da sfogare, non stai male e sei una ragazzina viziata, noi qui siamo una famiglia te no!

stringimipiuchepuoi:

non ci credo che sto rispondendo a questa domanda.
‘non hai nulla da sfogare, non stai male e sei una ragazzina viziata’ anche se non faccio la vittima su un social network dicendo ‘sto male aiutatemi :’( :’(’ non significa che non ho ‘nulla da sfogare’, ma ahimè, io i problemi li affronto semplicemente di certo non facendo la vittima qua e là. poi la storia de sta famiglia di tumblr è poco originale come scusa, perché tanto siete a pararvi il culo con l’anonimo mentre insultate e alla fine ‘siamo una famiglia’….ma famiglia di che? la famiglia è un social network? minchia allora sei più avanti di me.
per la storia che so viziata me viene solo da ride e provo pena per gente come te,
baci baci :*

Perché esistono cojoni così?

"Ma boh, io mi sa che vengo a vivere qui in Sicilia, a Marzamemi.”
©